erp-storia-ed-evoluzione.jpg

I sistemi ERP (“Enterprise Resource Planning”) costituiscono attualmente parte integrante del panorama aziendale, in quanto aiutano le imprese a semplificare processi e a gestire in modo efficiente le loro operazioni. Ma come si sono evoluti tali sistemi?

1960 – La nascita dell’antenato dell’ERP: le soluzioni MRP

Con l'aumento della produzione di fabbrica moderna e l'elaborazione del computing era necessario gestire e bilanciare la produzione e la domanda dei clienti. Questo portò alla creazione di un software noto come MRP: “Material Requirements Planning”, ovvero “Pianificazione dei fabbisogni materiali”. Questi primi programmi di calcolo aiutarono a pianificare la produzione, l'acquisto dei materiali e la consegna del prodotto. Utilizzando tali sistemi le aziende riuscirono a mantenere bassi i livelli delle loro scorte, il che a sua volta portò ad una riduzione conseguente di denaro investito nell’inventario.

In questa fase il fattore più critico per essere competitivi era il costo, principalmente quello di produzione. I processi produttivi risultavano quindi standardizzati e l’automazione, insieme alla produzione di massa, erano considerate le armi vincenti per ridurre al minimo i costi. Il Material Requirements Planning viene considerato come il primo sistema di organizzazione della produzione ad essere utilizzato come sistema informativo. Esso permetteva di organizzare la produzione, consentendo di pianificare il fabbisogno di materiali e i cicli di vendita, dalla ricezione degli ordini alla gestione del magazzino.

1970 – Consolidamento dell’MRP e nascita delle prime software house

Nel 1975, il software MRP era attivo in 700 aziende. Era accessibile solo ai grandi produttori e funzionava con enormi computer mainframe che non avevano nemmeno la potenza di calcolo di un laptop attuale.

Nel 1972, nacque la prima azienda di sviluppo software per l’elaborazione dati il cui fine era creare software aziendali che funzionassero in tempo reale. In un'epoca dove la tecnologia era ancora molto acerba, il lavoro in tempo reale sembrava qualcosa di rivoluzionario che non era mai stato realizzato prima d’ora.

1979 - Nasce SAEP

Nasce Saep Informatica, per la creazione di un proprio pacchetto software per gli acquisti, la produzione e per la gestione commerciale, completo di contabilità e amministrazione.

1980 – L’evoluzione dell’MRP: nasce la tecnologia MRP II

Negli anni '80, la tecnologia MRP subì molteplici sviluppi che ne incrementarono la capacità e la potenza, trasformandosi nella soluzione che molti chiamavano “MRP II” ovvero “Manufacturing Resource Planning”. L’implementazione di questa tecnologia permise di gestire più processi di produzione grazie all’aumento della capacità di memorizzazione dei dati dei dispositivi.

1990 – La fusione dell’MRP e MRP II: nasce il software ERP

Fu solo negli anni '90 che l'acronimo ERP (“Enterprise Resource Planning”, che letteralmente significa “pianificazione delle risorse d'impresa”) venne usato per la prima volta. Esso descriveva il software che unificava le funzionalità delle tecnologie antenate MRP e MRP II, includendo altre funzionalità legate al "back office" e alla gestione aziendale. Questo significò che elementi delle società come la gestione della finanza e contabilità, risorse umane, gestione dei progetti e del magazzino, venivano gestite unicamente con un solo software.

Verso la metà degli anni '90, il software ERP venne distribuito da numerose software house, specie negli Stati Uniti e in Europa.

Con l’incombente problema del famoso bug Y2K (meglio conosciuto come “Millenium Bug”) che avrebbe colpito tutti i computer su scala mondiale e anticipando l'imminente introduzione dell'euro, molte aziende verso la fine degli anni '90 si affrettarono ad aggiornare i loro sistemi di sicurezza. Le aziende più lungimiranti colsero l’occasione di aggiornare i propri sistemi di lavoro adottando nuove soluzioni ERP.

2000 – L’ERP si evolve: i cambiamenti introdotti dall’ERP II

L’anno 2000 scrisse una pagina importante nella storia dell’evoluzione dell'ERP: per la prima volta si parlò di tecnologia “ERP II”. Questo software permetteva a chi ne faceva utilizzo di accedere alle informazioni aziendali raccolte dalla suite ERP, in tempo reale. La descrizione di ERP II era quella di un software in grado di coordinarsi anche con sistemi esterni all'azienda. Ciò comportò l'integrazione della gestione della supply chain, della gestione delle relazioni con i clienti (CRM) e della business intelligence.

Negli anni 2000 inoltre, si creò un maggior consolidamento da parte delle software house, che grazie ad una serie di fusioni e acquisizioni riuscirono a cavalcare l’onda di cambiamento del settore fino ad arrivare al 2010, dove il settore dello sviluppo di software aziendali e gestionali venne dominato da un numero molto ridotto di fornitori affidabili.

Oggi - ERP, un software in continua evoluzione

Oggi i sistemi ERP sono ancora più avanzati e in continua evoluzione. Molte suite ERP sono basate sulla tecnologia cloud e hanno accesso remoto via web tramite applicazioni avanzate utilizzabili anche sui dispositivi mobili. Una delle caratteristiche principali che hanno acquisito negli ultimi anni è l’estrema flessibilità con cui si possono adattare ad ogni esigenza aziendale. Ciascun componente di una suite ERP fornisce all'azienda che lo utilizza un potente strumento che gestisce un database condiviso di informazioni relative all'intera azienda, il tutto in tempo reale. Le moderne soluzioni ERP non riguardano solamente la produzione, la catena di approvvigionamento e le capacità finanziarie e contabili, ma comprendono anche altre funzione come: reporting avanzato e business intelligence, forza vendita e automazione del marketing, CRM, e-commerce ecc.

-->